UN PORTALE ONLINE PER ACCEDERE AI MATERIALI D’ARCHIVIO 

SULLA SHOAH NEL MONDO

A CURA DI EHRI EUROPEAN HOLOCAUST RESEARCH INFRASTRUCTURE

Arriva a Roma grazie alla collaborazione con la Fondazione Museo della Shoah

 

Sport, Sportivi e Giochi Olimpici nell'Europa in guerra (1936-1948)

mostra a cura del Mémorial de la Shoah

 

Casina dei Vallati, via del Portico di Ottavia, 18 maggio-28 luglio 2017

>> Leggi la presentazione della mostra 

_______________________________________________________________________________________________________________________

Sport, sportivi e Giochi Olimpici nell'Europa in guerra (1936-1948)

Mostra a cura del Mémorial de la Shoah 

in collaborazione con Fondazione Museo della Shoah di Roma

Roma, Casina dei Vallati, 19 maggio-28 luglio 2017

 

Il periodo che va dalle Olimpiadi di Berlino del 1936 a quelle di Londra del 1948 coincide con un'inedita politicizzazione dello sport. Esaltando il corpo degli atleti, le discipline sportive diventano sinonimo di inquadramento delle popolazioni sotto i regimi dittatoriali, di propaganda ideologica e di arma diplomatica. Ma lo sport è anche uno strumento di realizzazione e affermazione identitaria, nonché un ambito di resistenza al nazismo e ai totalitarismi.

>> Leggi la presentazione della mostra, 

i temi che tratta, le storie di sportivi ebrei e non ebrei che racconta 

_______________________________________________________________________________________________________________________

I genocidi del XX secolo

Arriva in Italia la nuova mostra del Mémorial de la Shoah

grazie al sostegno dell'Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna

 

Spesso definito come il « Secolo dei genocidi », il XX secolo fu contrassegnato dalla volontà di alcuni governi al potere di procedere ad una distruzione fisica, intenzionale, sistematica e pianificata di un gruppo o di una parte di un gruppo etnico.   

Con un taglio innovativo, questa mostra propone una lettura comparata del genocidio degli Armeni, degli Ebrei e dei Tutsi, mettendo in luce le caratteristiche comuni ma anche le specificità che caratterizzano questi crimini.

Bologna, sede dell'Assemblea legislativa, Viale Aldo Moro 50, 26 gennaio-26 febbraio 2016

>> Scarica la locandina

>> Scarica il pieghevole della mostra

>> Leggi il comunicato stampa che presenta la mostra 

__________________________________________________________________________________________________________________________________

Il genocidio degli Armeni sotto l’Impero ottomano. Stigmatizzare, distruggere, escludere

Mostra a cura del Mémorial de la Shoah

Parigi, dal 3 aprile al 27 settembre 2015-04-06

Nella foto, sopravvissuta del genocidio armeno, incontrata in Libano tra il 1998 e il 2001-© Bardig Kouyoumdjian

In occasione dell’anniversario dei 100 anni dal genocidio degli Armeni, il Mémorial de la Shoah ha deciso di dedicare una mostra a quei tragici eventi che prefigurarono gli stermini di massa perpetrati nel corso del XX secolo, mettendo anche in rilievo il processo di negazione del crimine di cui questo genocidio continua ad essere oggetto.

Se avete occasione di andare a Parigi, fino al 27 settembre resta aperta al Mémorial de la Shoah anche l’altra grande mostra Filmare la guerra. I Sovietici di fronte alla Shoah (1941-1946) con numerosi documenti inediti.

Informazioni: www.memorialdelashoah.org

__________________________________________________________________________________________________________________________________

 

Inaugurata la nuova mostra del Mémorial de la Shoah a Parigi

Filmare la guerra: i Sovietici di fronte alla Shoah (1941-1946)

Aperta fino al 27 settembre 2015

Incontri, proiezioni cinematografiche, un mini-sito internet dedicato e molto altro...

>> Leggi la presentazione in italiano  

____________________________________________________________________________________________________________________________________

LA MOSTRA DEL MEMORIAL DE LA SHOAH

A ARIANO IRPINO (AV)

SPORT, SPORTIVI E GIOCHI OLIMPICI NELL'EUROPA IN GUERRA (1936-1948).

 

20 NOVEMBRE al 19 DICEMBRE 2014

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE "DON LORENZO MILANI"

Via Marconi,2

ARIANO IRPINO (AV)

Aperta: 

Dal lunedì al venerdì: 9.30 - 12.30 

E il martedì e giovedì: 9.30 - 12.30 e 15.00 - 17.00

 

>> Vedi locandina  

__________________________________________________________________________________________________________________

ARRIVA A RIMINI LA MOSTRA DEL MEMORIAL DE LA SHOAH:

SPORT, SPORTIVI E GIOCHI OLIMPICI NELL'EUROPA IN GUERRA (1936-1948).

 

9 marzo - 4 aprile 2014

Palazzo del Podestà - 1º piano

Domenica 9 marzo 2014 

* ore:15.30-17h30: Lo sport sotto il Terzo Reich tra adesione e dissidenza.

Presentazione di un percorso didattico con dispensa rivolto agli insegnanti, a cura di Laura Fontana, responsabile per l’Italia del Mémorial de la shoah e fra i curatori della mostra.

ore 17.30: Inaugurazione della mostra alla presenza delle autorità cittadine.

A seguire visita guidata alla mostra

 

ll periodo che va dalle Olimpiadi di Berlino (1936) a quelle di Londra (1948) coincide con un’inedita politicizzazione dello sport. Il regime nazista e quello fascista, ma più in generale i regimi totalitari e autoritari, hanno esaltato il corpo degli atleti, incentivando la pratica sportiva per promuovere il mito dell’ uomo nuovo a sostegno di ideologie razziste e utilizzando lo sport come strumento di inquadramento delle popolazioni, di propaganda e di arma diplomatica. Tuttavia, anche in questo tragico periodo, lo sport è stato per numerosi atleti espressione di resistenza e di disobbedienza.

La mostra realizzata dal Mémorial de la shoah di Parigi propone un’inedita lettura di tutto il XX secolo proprio attraverso le diverse declinazioni dello sport sotto questi regimi, concentrandosi essenzialmente sulla Germania nazista e sull’epurazione e arianizzazione della società tedesca che non tralascia nessun ambito sportivo. La carriera di numerosi sportivi verrà spezzata dall’ascesa del nazismo.

Molti subiranno la deportazione e la morte nei lager, oppure pagheranno duramente la propria dissidenza rispetto al regime hitleriano

Un’ ampia sezione tematica integra il percorso con un approfondimento sull’Italia fascista. Al di là delle diversità della politica sportiva attuata da Hitler e da Mussolini, in entrambi i casi lo sport fu contrassegnato da misure di esclusione e di persecuzione nei confronti degli atleti e sportivi “non ariani”, in primo luogo gli ebrei.

Orario mostra: aperto tutti i giorni ore 10-13 / 16-19.30 Lunedì chiuso. Ingresso gratuito.

INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI: tel. 0541 704203  E-mail: educazionememoria@comune.rimini.it

Leggi il comunicato stampa sulla mostra  >>> Leggi

Scarica il programma con tutte le iniziative per la Giornata mondiale contro il razzismo  Download

Vedi Foto & Filmato

__________________________________________________________________________________________________________________________________

Sport, sportivi e giochi olimpici

nell'Europa in guerra 

(1936-1948)

 

 

mostra a cura del Mémorial de la shoah

Padova, Palazzo Santo Stefano, dal 3 al 28 gennaio 2014

 

Giovani Balilla in una palestra. Italia, s.d. © Archivio Storico dell'Agenzia Nazionale per lo Sviluppo dell'Autonomia Scolastica (Firenze), Fondo «fototeca».

Giovedì 16 gennaio 2014 Giornata di formazione per insegnanti.

Lo sport europeo sotto il Terzo Reich tra discriminazione e dissidenza,

Laura Fontana, Responsabile per l’Italia del Mémorial de la Shoah e coordinatrice scientifica della versione italiana della mostra (insieme a Paul Dietschy).

Esclusione e razzismo nello sport durante l’Italia fascista. Il caso del pugile Leone Jacovacci. 

Mauro Valeri, ( sociologo, Responsabile dell’Osservatorio su razzismo e antirazzismo nel calcio)

informazioni e iscrizioni 

__________________________________________________________________________________________________________________

Mostra

Anna Frank

Una storia attuale.

Rimini, Palazzo del Podestà (1° piano)

dal 26 gennaio al 23 febbraio 2014

Inaugurata il 26 gennaio in presenza di:

Nico Kamp, console onorario dei Paesi Bassi a Firenza, sopravvissuto alla persecuzione sotto l'occupazione nazista in Olanda

Aart Heering, adetto stampa Reale Ambasciata dei Paesi Bassi in Italia

                                               Massimo Mezzetti, assessore alla Cultura Regione Emilia Romagna

                                               Sara Visintin, assessore alle Politiche Giovanile del comune di Rimini

                                               Laura Fontana, responsabile Progetto Educazione alla Memoria comune di Rimini

per info: educazionememoria@comune.rimini.it

>>> Vedi foto

__________________________________________________________________________________________________________________________________

 

La Shoah in Europa.

Il genocidio dei Tutsi in Ruanda.

Sport, sportivi e giochi olimpici nell'Europa in guerra (1936-1948)

 

Ecco le mostre del Mémorial de la Shoah in lingua italiana disponibili per il prestito.

 

>>> Elenco delle mostre disponibile  

______________________________________________________________________________________________________________________________________

Il Mémorial de la Shoah a Forlì per il progetto europeo ATRIUM.

Architecture of Totalitarian Regimes of XX Century in Urban Management.

 

 

5 – 15 giugno 2013 Oratorio San Sebastiano, Forlì

Sport, Sportivi e Giochi Olimpici nell'Europa in guerra  (1936-1948)

Mostra a cura del Mémorial de la Shoah.

>> Leggi la presentazione e il programma dell'inaugurazione  

 

Giovedì 13 giugno 9h00-13h00, Musei San Domenico, Forlì

La lingua nazista. Costruire l'uomo nuovo del Terzo Reich

Conferenza di Laura Fontana per il convegno internazionale “Luoghi della socialità ed educazione nella costruzione dell'uomo nuovo. Totalitarismi a confronto” promosso dal Comune di Forli in collaborazione con l'Istituto storico della Resistenza di Forlì-Cesena.

>> Leggi l'abstract della conferenza  

Il programma Atrium e le numerose iniziative di Forli, città capofila del progetto.

>> Tutte le informazioni sul programma  

___________________________________________________________________________________________________________________________________

 

Per il Giorno del Ricordo, a Carpi la mostra del Comune di Rimini.
 

Il confine più lungo. Affermazione e crisi dell'italianità adriatica, direzione scientifica di Raoul Pupo, coordinamento progetto di Laura Fontana.

Primo allestimento in Italia di notevole livello e rigore, con documenti di archivio, materiali video e testimonianze, la mostra si propone l’obiettivo di divulgare in tutta Italia il frutto della ricerca di un gruppo di storici e ricercatori legati all’Istituto regionale del Friuli Venezia Giulia, al Dipartimenti di scienze politiche e sociali dell'Università di Trieste e all’Associazione delle Comunità istriane, coniugando da un lato l’approfondimento storico e dall’altro una conoscenza diretta dei luoghi di cui si cercherà di individuare caratteristiche e problematiche.

Dopo la permanenza a Carpi (10-28 febbraio 2013), la mostra sarà disponibile gratuitamente per il prestito (informazioni e prenotazioni: Istituto Parri Emilia-Romagna, istituto@istitutoparri.it)

______________________________________________________________________________________________________________________________________

 

LLA SHOAH IN EUROPA 

Mostra didattica e divulgativa a cura del Mémorial de la Shoah di Parigi in esposizione presso il museo G. Bellini di Asola (MN)

dal 23 febbraio al 6 marzo 2013.  

 

Per informazioni su visite e attività collegate alla mostra conttatare:

Comune di Asola: piazza XX Settembre, 1 - 46041 Asola (MN)
Ufficio Relazioni con il Pubblico - Tel. 0376 733011 - Fax: 0376 710415

 

La mostra può essere noleggiata gratuitamente, previa copertura dei costi di assicurazione e trasporto, per informazioni: erenda@regione.emilia-romagna.it

 

______________________________________________________________________________________________________________________________________

 

Lo sport europeo sotto il nazismo. Dai Giochi Olimpici di Berlino ai Giochi Olimpici di Londra (1936-1948)

Presentata a Bologna, dal 6 novembre al 22 dicembre 2012, in anteprima per l'Italia la mostra del Mémorial de la Shoah.

Coordinamento scientifico per le ricerche sull'Italia di Laura Fontana e Paul Dietschy.

La mostra verrà riallestita a ottobre 2013 a Torino, a cura del Consiglio Regione Piemonte

 

 

 

>>> Leggi Presentazione mostra sport  

______________________________________________________________________________________________________________________________________